Divisione ereditaria e lottizzazione abusiva

Nel caso affrontato il 17 novembre 2022 dal Tar Palermo (sentenza n. 3268) un originario lotto di terreno era stato oggetto, dapprima, di frazionamento catastale in quattro nuove particelle e, quindi, di divisione ereditaria tra i tre eredi dell’originario proprietario. Successivamente veniva effettuata la realizzazione di un manufatto in assenza di permesso di costruire. Il… Continua a leggere Divisione ereditaria e lottizzazione abusiva

Veranda realizzata ai sensi dell’art. 20 della l.r. 4/2003: regolarizzazione e concetto di precarietà.

L’art. 20 della l.r. 4/2003 disciplina: a) la chiusura di verande o balconi con strutture precarie; b) la chiusura di terrazze di collegamento; c) la chiusura di terrazze (non di collegamento) purché non superiori a mq. 50; d) la copertura di spazi interni (cortili, chiostrine e simili) con strutture precarie. La regolarizzazione prevista dal comma 5 Il comma 5° del medesimo articolo, infine, prevede che “Le… Continua a leggere Veranda realizzata ai sensi dell’art. 20 della l.r. 4/2003: regolarizzazione e concetto di precarietà.

Il potere regionale di annullamento dei titoli edilizi: il C.g.a. chiarisce i criteri da seguire

Mondello - Foto di Emilia Machì

L’art. 53 della L.R. 27/12/1978, n. 71 (ora abrogato dall’articolo 55 della L.R. 13 agosto 2020, n. 19 a decorrere dal 21 agosto 2020) e l’art. 39 del D.P.R. n. 380/2001 disciplinano il potere regionale di annullare, entro il termine di dieci anni dalla loro adozione, atti comunali che si pongano in difformità o contrasto… Continua a leggere Il potere regionale di annullamento dei titoli edilizi: il C.g.a. chiarisce i criteri da seguire

Condono ai sensi della l. n. 724/1994: la sentenza di condanna per il reato ex art. 416-bis c.p. determina il suo rigetto?

Foto di Emilia Machì

Riferimento normativo Ai sensi dell’art. 39, c. 1, l. n. 724/1994: “Il procedimento di sanatoria degli abusi edilizi posti in essere dalla persona imputata di uno dei delitti di cui agli articoli 416 bis, 648 bis e 648 ter del codice penale, o da terzi per suo conto, è sospeso fino alla sentenza definitiva di… Continua a leggere Condono ai sensi della l. n. 724/1994: la sentenza di condanna per il reato ex art. 416-bis c.p. determina il suo rigetto?

Il certificato di destinazione urbanistica: il ritiro è a carico della parte istante

Lipari - Foto di Emilia Machì

Il certificato di destinazione urbanistica pur rientrando nella categoria degli atti di certificazione redatti da pubblico ufficiale e non avendo, pertanto, natura provvedimentale ma dichiarativa di situazioni giuridiche già esistenti, costituisce comunque un atto amministrativo di manifestazione del potere certificativo della pubblica autorità, cui sono ricollegabili posizioni di interesse legittimo in capo ai privati richiedenti… Continua a leggere Il certificato di destinazione urbanistica: il ritiro è a carico della parte istante

Pubblicato
Categorie: Edilizia

Come iscriversi alla newsletter di Urbanistica in Sicilia

Foto di Emilia Machì

Per iscriversi alla newsletter è sufficiente compilare il form ⬇️ inserendo il proprio indirizzo email. Articoli correlati: Impugnata la legge regionale n. 2/2022. Risarcimento del danno, diniego istanza di concessione edilizia e decorso del tempo Il centro di raccolta differenziata può essere ubicato in sotto-zona della “zona F” destinata ad “attrezzature sportive” ? La Rassegna… Continua a leggere Come iscriversi alla newsletter di Urbanistica in Sicilia

Cambio di destinazione d’uso e ordinanza di demolizione. I chiarimenti del Tar Catania

Foto di Emilia Machì

Il Tar Catania, in una recente pronuncia (sent. n. 2561 del 28.09.2022), si è soffermato sul rapporto sussistente tra il cambio di destinazione d’uso di un immobile, non autorizzato dal Comune, e l’emissione di una ordinanza di demolizione, quale provvedimento di natura sanzionatoria emesso dopo l’accertamento da parte dei vigili urbani. Mutamento destinazione d’uso e… Continua a leggere Cambio di destinazione d’uso e ordinanza di demolizione. I chiarimenti del Tar Catania

Opere abusive realizzate in area con vincolo paesaggistico: l’istanza di compatibilità deve essere trasmessa dal Comune

Bagheria - Foto di Emilia Machì

Opere realizzate in area vincolata La realizzazione di interventi edilizi in area paesaggisticamente vincolata è subordinata al (previo) rilascio del parere da parte della Soprintendenza territorialmente competente, fermo restando il rispetto dei parametri urbanistico-edilizi. Il mantenimento delle opere già realizzate, in assenza del parere paesaggistico, sarà a sua volta subordinato al rilascio della c.d. compatibilità… Continua a leggere Opere abusive realizzate in area con vincolo paesaggistico: l’istanza di compatibilità deve essere trasmessa dal Comune