Interventi di demolizione e ricostruzione: i limiti applicativi individuati dalla giurisprudenza amministrativa

Gli interventi di demolizione e ricostruzione, con ampliamento volumetrico rappresentano, dal punto di vista urbanistico-edilizio e delle agevolazioni fiscali (cc.dd. bonus edilizi), una delle questioni problematiche attuali di più ampio respiro. Tra le questioni che suscitano particolari perplessità si annovera: la demolizione e la ricostruzione di un immobile sottoposto a tutela paesaggistica; la demolizione e… Continua a leggere Interventi di demolizione e ricostruzione: i limiti applicativi individuati dalla giurisprudenza amministrativa

Indennità pecuniaria paesaggistica emessa ai sensi dell’art. 167 del d. lgs. n. 42/2004. Ipotesi di trasmissione agli “eredi incolpevoli”.

Foto di Emilia Machì

Sulla questione di carattere generale della trasmissibilità della sanzione emessa ai sensi dell’art. 167 del codice dei beni culturali, si riscontrano due diversi orientamenti nella giurisprudenza amministrativa. Primo orientamento. Non trasmissibilità della sanzione agli eredi. Secondo un primo orientamento (CGARS sent. 520/2017), trattandosi di una vera e propria sanzione amministrativa, con finalità deterrenti, alla medesima va applicato il disposto di cui… Continua a leggere Indennità pecuniaria paesaggistica emessa ai sensi dell’art. 167 del d. lgs. n. 42/2004. Ipotesi di trasmissione agli “eredi incolpevoli”.

Chi ha usucapito un immobile, può subentrare nel procedimento di condono ?

Foto di Emilia Machì

Secondo il C.g.a., sì (sentenza n. 744 del 2022). L’art. 31, comma 3 della L. 47/85, prevede che “Alla richiesta di sanatoria ed agli adempimenti relativi possono altresì provvedere coloro che hanno titolo, ai sensi della L. 28 gennaio 1977, n. 10, a richiedere la concessione edilizia o l’autorizzazione nonché, salvo rivalsa nei confronti del… Continua a leggere Chi ha usucapito un immobile, può subentrare nel procedimento di condono ?

Piscina realizzata in area vincolata: è possibile ottenere la compatibilità paesaggistica postuma?

Riferimenti normativi e questioni problematiche connesse alla compatibilità paesaggistica Occorre domandarsi se la realizzazione di una piscina di rilevanti dimensioni determini l’aumento di superficie utile e volume, con la conseguente applicabilità dell’art. 167, comma 4, lettera a) del D.lgs. n. 42/2004. In proposito si rammenta che la norma richiamata prescrive che: – “L’autorità amministrativa competente… Continua a leggere Piscina realizzata in area vincolata: è possibile ottenere la compatibilità paesaggistica postuma?

Si può chiedere l’intervento sostitutivo in caso di inerzia del Comune nell’avviare una variante al Prg ?

Foto di Emilia Machì

Il Tar Catania ritiene di sì (sentenza n. 2596 del 2021). Il caso era quello di un soggetto sul cui fondo era stato previsto dal Prf un vincolo preordinato all’esproprio, da tempi scaduto. Come è noto, preso atto della decadenza del vincolo espropriativo sussiste l’obbligo per il Comune di “reintegrare” la disciplina urbanistica dell’area interessata… Continua a leggere Si può chiedere l’intervento sostitutivo in caso di inerzia del Comune nell’avviare una variante al Prg ?

Tutela paesaggistica di boschi e foreste: la Corte Costituzionale dichiara illegittime le norme siciliane

La sentenza n. 135 del 2022 (pubblicata in G.U. in data 08.06.2022) ha dichiarato l’incostituzionalità delle seguenti disposizioni: 1) comma 5 dell’art. 37 della legge della Regione Siciliana 13 agosto 2020, n. 19 (Norme per il governo del territorio), come sostituito dall’art. 12 della legge della Regione Siciliana 3 febbraio 2021, n. 2 (Intervento correttivo… Continua a leggere Tutela paesaggistica di boschi e foreste: la Corte Costituzionale dichiara illegittime le norme siciliane

(Come dimostrare) La distanza tra un’opera abusiva e la linea di battigia. Criteri di individuazione della costa e di datazione delle opere.

La distanza tra un manufatto e la linea di battigia, prevista dalla l.r. 78/1976, va verificata al momento della realizzazione dell’opera e non a quello in cui l’Amministrazione ha esaminato la domanda di concessione in sanatoria (l. 47/1985). Criteri accoglimento istanza di condono Ciò che determina l’accoglimento dell’istanza di condono sarà, dunque, la dimostrazione (scientifica)… Continua a leggere (Come dimostrare) La distanza tra un’opera abusiva e la linea di battigia. Criteri di individuazione della costa e di datazione delle opere.