Contratto preliminare di immobile parzialmente abusivo

Il contratto preliminare viene comunemente definito come un accordo tra due o più soggetti, venditore e compratore, che si impegnano reciprocamente a stipulare un successivo e definitivo contratto di compravendita. In merito a tale disciplina, la Corte di Cassazione, in una recente pronuncia (ordinanza n. 7521 dell’08.03.2022), si è soffermata sulle seguenti questioni problematiche: 1. trasferimento… Continua a leggere Contratto preliminare di immobile parzialmente abusivo

Opere abusive e violazione delle distanze legali. A quali condizioni si configura il diritto al risarcimento?

La realizzazione di opere abusive (veranda di 40 mq) comporta, inevitabilmente, l’attivazione del procedimento repressivo da parte degli enti preposti alla tutela del territorio. A quali condizioni la realizzazione di tali abusi configura il diritto al risarcimento del danno da parte del vicino di casa? In una recentissima pronuncia, la Corte d’Appello di Napoli (sent.… Continua a leggere Opere abusive e violazione delle distanze legali. A quali condizioni si configura il diritto al risarcimento?

Destinatario dell’ordinanza di demolizione: proprietario o responsabile dell’abuso?

Foto di Emilia Machì

Il destinatario di una ordinanza di demolizione, ai sensi dell’art. 31 commi 2 e 3 del D.P.R. 380/2001, viene individuato nel proprietario e/o nel responsabile dell’abuso. Quadro normativo Per completezza espositiva si richiamano le norme innanzi indicate. – Art. 31, comma 2: “Il dirigente o il responsabile del competente ufficio comunale, accertata l’esecuzione di interventi… Continua a leggere Destinatario dell’ordinanza di demolizione: proprietario o responsabile dell’abuso?

In caso di smarrimento della pratica edilizia, quali doveri incombono sul Comune ?

Foto di Emilia Machì

Frequentemente una pratica edilizia risulta smarrita, soprattutto se molto risalente nel tempo. Quali sono i principi sul comportamento che deve tenere il Comune in questi casi? Li ricaviamo da alcune sentenze amministrative. 1. Iniziamo dal C.g.a. (sentenza n. 601 del 2022) Il punto di partenza è il fatto che lo smarrimento della documentazione si presenta… Continua a leggere In caso di smarrimento della pratica edilizia, quali doveri incombono sul Comune ?

Opere realizzate entro i 150 metri dalla battigia. Analisi del rapporto tra l’art. 15 della l.r. 78/1976 e l’art. 2 della l.r. 15/1991.

Opere realizzate entro i 150 metri dalla linea di battigia, epoca di realizzazione dell’abuso e poteri della P.A. dopo l’accertamento. Il Tar Palermo, nella sentenza n. 1454 del 29.04.2022, si sofferma sull’annosa questione del rapporto tra l’art. 15 della l.r. 78/1976, che ha introdotto in Sicilia il vincolo di inedificabilità assoluta entro i 150 m.… Continua a leggere Opere realizzate entro i 150 metri dalla battigia. Analisi del rapporto tra l’art. 15 della l.r. 78/1976 e l’art. 2 della l.r. 15/1991.

Verbale di inottemperanza e accertamento di conformità. Individuazione dei limiti temporali entro cui il trasgressore potrà chiedere di regolarizzare gli abusi.

Verbale di inottemperanza Il verbale di inottemperanza è l’atto con il quale l’Amministrazione accerta l’intervenuta inottemperanza all’ordine di demolizione, disponendo l’acquisizione al patrimonio comunale dell’immobile abusivo e dell’area di sedime. La giurisprudenza amministrativa è concorde nell’affermare che esso “non ha carattere provvedimentale, ma di mero accertamento in ordine a fatti (inottemperanza all’ordine di demolizione) le cui conseguenze derivano… Continua a leggere Verbale di inottemperanza e accertamento di conformità. Individuazione dei limiti temporali entro cui il trasgressore potrà chiedere di regolarizzare gli abusi.

Interventi edilizi realizzati in area vincolata e in assenza di nulla osta paesaggistico. Il Comune ne può ordinare la demolizione anche se sono conformi agli strumenti urbanistici?

Per gli interventi realizzati in zona vincolata sotto il profilo paesaggistico, indipendentemente dall’eventuale e ipotetica regolarità delle opere sotto il profilo squisitamente urbanistico-edilizio, deve essere previamente ottenuta l’autorizzazione della competente Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali, salvo che l’intervento rientri fra quelli contemplati dall’Allegato A del D.P.R. n. 31/2017 (per i quali l’autorizzazione della… Continua a leggere Interventi edilizi realizzati in area vincolata e in assenza di nulla osta paesaggistico. Il Comune ne può ordinare la demolizione anche se sono conformi agli strumenti urbanistici?