Ricostruzione rudere: l’ipotesi del piano paesaggistico approvato dopo il crollo

Portella della Ginestra - Foto di Massimo Tarantino

Quali effetti produce il piano territoriale paesaggistico, approvato successivamente al crollo dell’edificio, che vieta qualsiasi intervento che comporti incremento dei volumi esistenti? La richiesta di ricostruzione di un edificio crollato, con ripristino dei “vecchi” volumi, potrà essere accolta dalla Soprintendenza e dal Comune? La risposta è contenuta nella sentenza n. 219 del 23.01.2024 del Tar… Continua a leggere Ricostruzione rudere: l’ipotesi del piano paesaggistico approvato dopo il crollo

Vincolo paesaggistico sopravvenuto: importante parere del Ministero

La richiesta di parere da parte del Comune di Spinea, in provincia di Venezia, trasmessa al Ministero della Cultura il quale, a sua volta, ha chiesto l’intervento dell’Avvocatura Generale dello Stato, ha suscitato l’interesse degli operatori, pubblici e privati, in ordine al presunto “allargamento delle maglie” della sanatoria paesaggistica, nel caso in cui gli abusi… Continua a leggere Vincolo paesaggistico sopravvenuto: importante parere del Ministero

Mancata irrogazione della sanzione paesaggistica in caso di vincolo sopravvenuto

La questione del vincolo sopravvenuto, rispetto all’epoca di realizzazione delle opere edilizie, è stata oggetto di rilevanti chiarimenti da parte del Tar Palermo (sentenza n. 75 del 09.01.2024). La norma di riferimento L’art. 5, comma 3, della legge regionale 31 maggio 1994, n. 17 prevede che: La disposizione in questione non suscita dubbi in ordine… Continua a leggere Mancata irrogazione della sanzione paesaggistica in caso di vincolo sopravvenuto

Ente Parco e autorizzazione paesaggistica. La questione del Parco dell’Etna

La circolare n. 14181 del 22.09.2023, emessa dalla Soprintendenza di Catania, ha chiarito le modalità di rilascio dei nulla osta per le opere realizzate, o da realizzare, all’interno del Parco dell’Etna. Prendendo spunto da tale circolare, con il presente contributo si cercherà di chiarire il quadro normativo di riferimento, relativamente alle competenze dei Parchi, e… Continua a leggere Ente Parco e autorizzazione paesaggistica. La questione del Parco dell’Etna

Difformità tra il titolo edilizio e l’autorizzazione paesaggistica

Teatro greco di Taormina - Foto di Massimo Tarantino

Il procedimento per il rilascio di un titolo edilizio e quello per il rilascio del titolo paesaggistico risultano “indipendenti”, come disciplinato dall’art. 146, quarto comma, del decreto legislativo n. 42/2004. Tuttavia, come affermato dalla giurisprudenza amministrativa, il Comune è tenuto ad adottare gli opportuni provvedimenti repressivi per opere realizzate in zona vincolata in difetto dell’autorizzazione… Continua a leggere Difformità tra il titolo edilizio e l’autorizzazione paesaggistica

Il rapporto tra centro storico e piano paesaggistico

Ficuzza - Foto di Massimo Tarantino

La recente sentenza n. 894 del 2023 emessa dal C.g.a ha fatto il punto sul rapporto tra centri storici e piani paesaggistici, i cui vincoli vengono classificati in tre tipologie. L’art. 143, c.9. cit. dispone: “A far data dall’adozione del piano paesaggistico non sono consentiti, sugli immobili e nelle aree di cui all’ articolo 134,… Continua a leggere Il rapporto tra centro storico e piano paesaggistico

Parere tardivo della Soprintendenza? Il C.g.a.: “del tutto privo di ogni effetto lesivo”.

Max Serradifalco, Vendicari

Altra sentenza innovativa del Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana (n. 443 del 2023). Un Comune aveva rilasciato il condono ritenendo che il parere paesaggistico fosse maturato per silenzio assenso, in esito all’inutile richiesta volta alla Soprintendenza di Messina e decorsi 180 giorni. Otto anni dopo la Soprintendenza risponde e nega il parere.… Continua a leggere Parere tardivo della Soprintendenza? Il C.g.a.: “del tutto privo di ogni effetto lesivo”.

Terzo condono edilizio e compatibilità paesaggistica

Aspra, frazione di Bagheria - Foto di Emilia Machì

Fino al 19 dicembre 2022, nella Regione Siciliana il terzo condono edilizio trovava applicazione anche nelle aree gravate da vincolo paesaggistico. Con la pronuncia n. 252 (del 19 dicembre) del 2022 la Corte costituzionale ha dichiarato illegittimità costituzionale dell’art. 25-bis della L.R. 16/2016, rubricato «Norma di interpretazione autentica», che così stabiliva: «1. L’articolo 24 della legge… Continua a leggere Terzo condono edilizio e compatibilità paesaggistica